Sono sempre di più le aziende retail che cercano di espandere il loro business all’estero: dai famosi BRICS all’Africa, Stati Uniti ed Europa. Per fare questo però è necessario seguire un piano di internazionalizzazione ben preciso e non dare niente per scontato.Questo processo può sembrare complesso e rischioso, ma questi obblighi possono trasformarsi in grandi opportunità per i retailer opportunamente informati, che prendono le giuste decisioni e si affidano alla consulenza di specialisti del settore.

Gli step da seguire per un efficace internazionalizzazione sono pochi e semplici

1) studiare il mercato, ovvero identificare il potenziale economico del paese all’interno del quale ci si vuole espandere;
2) considerare il contesto legale normativo;
3) non sottovalutare le differenze culturali e logistiche identificando le best practice locali come guida;
4) pensare globale ed agire locale ovvero adempiere a regole locali usando un approccio univoco;
5) assicurare il trasferimento delle competenze;
6) organizzare il sistema IT a livello globale.


SCARICA L’EXPERT PAPER
PER SCOPRIRE VANTAGGI E CONSIGLI PER UN INTERNAZIONALIZZAZIONE DI SUCCESSO!

Altri articoli che ti potrebbero interessare per aprire mercati esteri

VIP: il sistema di controllo e gestione delle pratiche doganali per il fashion
Infografica sui retail trend dei paesi emergenti
Brasile: come aprire un negozio in un paese senza standard

Autore: Chantal Soppelsa